Menu Orizzontale

lunedì 13 giugno 2011

Paulo Coelho


Quando rinunciamo ai nostri sogni e troviamo la pace, abbiamo un periodo di breve tranquillità. 
Ma i sogni morti iniziano a imputridire dentro di noi.. Cominciamo col divenire crudeli con coloro che ci circondano, e finiamo per dirigere questa crudeltà contro noi stessi. Compaiono le malattie e le psicosi. 
Ciò che volevamo evitare nel combattimento, la delusione e la sconfitta,diviene così l’unico legato alla nostra vigliaccheria. E un bel giorno i sogni morti e imputriditi rendono l’aria difficile da respirare, e noi iniziamo a desiderare la morte, una morte che possa liberarci dalle nostre certezze, dalle nostre occupazioni e da quella terribile pace dei pomeriggi domenicali.. 


2 commenti:

  1. estremamente vero

    RispondiElimina
  2. mai rinunciare ai nostri sogni mai permettere ke la delusione e la frustrazione ci bagni con la sua pioggia inesorabile ke ci allontana dalla voglia e gioia di vivere di credere ke tutto cio ke ci sfiora la mente ed il cuore sia possibile la capacita di reinventarsi ogni giorno colora il nostro presente e avvenire di molteplici prospettive... ki crede nei propri sogni progetti ambizioni vive ki vi rinuncia si lascia morire... mai rinunciare a credere nell amore linfa vitale ke ci rende speciali agli okki di ki e oggetto e soggetto del nostro amore mai abbandonarsi al rancore all orgoglio ferito alle male parole l amore e'passione e'l essenza stessa dei nostri sogni e dei nostri piu intimi bisogni... senza amore non c'e vita ne speranza e danza in noi la mediocrita dell esistere senza saper combattere per cio ke e' alla base di noi non essere soli e sofferenti di fronte ad un mondo indifferente e senza sfumature non diamo adito alle nostre paure amiamo e sogniamo solo cosi sapremo prendere il volo al primo alito di vento l alito di DIO in noi e supereremo le distanze per compiacere le esigenze del nostro cuore riflesse nello sguardo comprensivo di ci ci ama davvero
    alessandra maria biagi

    RispondiElimina